Vai al contenuto

Sul tetto del mondo

Oggi la giornata inizia presto perché ci aspetta una delle tappe più attese del tour, nonché una grande sfida: salire in cima al Lyon Rock.

Davanti a noi la grande roccia si erge solitaria per 200 metri che già da sola evoca l’immagine dello Sri Lanka; e ben 1200 gradini lungo il suo profilo per raggiungerne la vetta.

La passeggiata inizia in scioltezza, mentre ammiriamo le vecchie piscine reali riportate alla luce da recenti scavi.

L’inizio della scalinata risulta tranquillo, il percorso è costeggiato da alberi che concedono un po’ di ombra e risulta ampio. Tutto procede disteso e a buon passo, finché non arriviamo al primo intermezzo. Lasciamo momentaneamente la via maestra, e facciamo una piccola deviazione verticale: due scale a chiocciola si sporgono lungo la facciata rocciosa e portano verso una zona con antichi affreschi. Non ho grossi problemi di vertigini, eppure appena inizio a salire questi scalini il battito si accelera e le gambe iniziano a tremare: arriva un attacco di vertigini proprio nel momento peggiore! Inizio a respirare e accelero il passo: non voglio bloccarmi a metà della scalinata e soprattutto temo per il resto della salita verso la cima. Con un’iniezione di coraggio e stringendo fortemente la ringhiera allungo il passo per raggiungere la grotta. Purtroppo gli affreschi non sono fotografabili, quindi di questi serberò solo il ricordo.

Ridiscesa per la seconda scala a chiocciola, si riprende il percorso normale e per fortuna la sensazione di vertigine sembra sparita e continuo la salita senza problemi. Solo l’ultima rampa di scale inchiodate alla roccia è risultato un po’ più difficoltoso per via degli scalini alti e stretti, per il senso di vuoto crescente e la lunga coda che costringeva a stare fermi sospesi a diversi metri dal suolo. Però, una volta su in cima, quale soddisfazione avere una vista a 360 gradi sulla foresta Sri Lankese! Un panorama così ampio e esteso da risultare difficile da catturare con gli occhi che fa ben comprendere quale sensazione di grandezza dovesse avere il re che ha costruito la sua dimora sul cielo, tra gli dei!

Qui ovviamente non sono mancate una marea di foto!

Dopo aver respirato un fantastico senso di libertà e di relax dopo l’adrenalina della salita, infine ritorniamo giù e andiamo a goderci un meritato relax con dei fantastici massaggi Ayurvedici.

Il centro dove andiamo a sembra un casolare abbandonato, invece entrando scopriamo che sono molto organizzati. Chiaramente ci dividono tra uomini e donne e ad ognuno spetta un massaggio di 1 ora che inizia dalla testa e poi segue tutto il corpo. Finiamo con una calda sauna e poi con una tisana ristoratrice.

Dopo pranzo, devastati dalla dura prova del massaggio, è la volta del complesso archeologico di Polonnaruwa dove risiedeva la vecchia capitale.

Il giro delle rovine in realtà permette di immaginare com’era la vecchia città, essendo rimasti solo i basamenti delle costruzioni. Nell’ultimo sito visitato nella giornata invece troviamo 5 statue del Buddha, tutte in posizioni differenti. Interessante scoprire la simbologia della rappresentazione: il Buddha non è mai stato visto da nessuno quando era in vita, pertanto viene immaginato dagli artisti. Capelli ricci perché copiato dai modelli greci e orecchie lunghe perché sinonimo di casta reale. Inoltre la figura sdraiata può riferirsi alla sua morte o a un sonno in base alla posizione delle gambe e della mano sotto la testa.

Sulla strada del rientro avvistiamo diversi elefanti in lontananza, ma la sorpresa più grande ce l’ha fatta uno che, come se niente fosse, passeggiava sul ciglio dell’altro lato della strada! L’abbiamo visto per pochi minuti perché la sua andatura è bella rapida, ma siamo rimasti tutti estasiati da questo incontro. Speriamo di vederne tanti altri durante il safari al parco Yala, dove andremo tra qualche giorno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: